I dati

Referendum, urne chiuse. Si vota anche lunedì. Nel Piacentino ha votato il 37,70% degli aventi diritto

20 settembre 2020


Si è chiusa alle 23 la prima delle due giornate di tornata elettorale relativa al quesito referendario con il quale si chiede ai cittadini di esprimersi sull’eventualità o meno di ridurre il numero dei rappresentanti in Parlamento. Alle 23, la percentuale di coloro che hanno esercitato il proprio diritto/dovere, nel Piacentino, si è assestata al 37,70%. Nel comune capoluogo, l’affluenza è stata del 37,51%; la percentuale più elevata si è registrata a Ferriere dove si è recato alle urne il 67,06% degli aventi diritto. Un dato influenzato dalla contemporanea indizione della elezione del sindaco.

Domani, lunedì 21 settembre, sarà ancora possibile recarsi alle urne a partire dalle 7 fino alle 15.

Qui tutti i dati sull’affluenza.

NOTIZIA DELLE 19
Alle ore 19, la percentuale di affluenza alle urne, nel Piacentino, è stata del 29.90%. Per il solo comune di Piacenza, la percentuale di coloro che hanno esercitato il proprio diritto/dovere per il quesito referendario si attesta al 29,58%. E’ il comune di Ferriere, con il 54.87% il comune con la più alta percentuale di votanti. Sono proseguite regolarmente dopo la sospensione, e il trasferimento in municipio del seggio numero 2, le operazioni di voto a Calendasco dopo il caso di Covid-19 per uno degli scrutatori.

Qui tutti i dati sull’affluenza.

NOTIZIA DELLE 12
“Le operazioni elettorali al seggio 2 sono sospese causa Covid fino alle 13.30 circa. Dalle ore 13.30 circa sarà operativo il nuovo seggio, con personale nuovo, presso la Sala Consigliare del Comune di Calendasco, presso il palazzo comunale . Tutte le attività si stanno svolgendo in piena sicurezza. Chi ha già esercitato il diritto di voto in mattina recandosi a votare al seggio 2, indossando la mascherina e sanificandosi le mani, non corre alcun rischio di contagio, come confermato dall’Azienda Sanitaria Locale di Piacenza”.

E’ con questo comunicato che il sindaco di Calendasco Filippo Zangrandi ha dato notizia del primo, importante, contrattempo che le operazioni di voto hanno subito in questa tornata molto particolare, chiaramente condizionata dalla circolazione del Coronavirus.

“L’Azienda Usl conferma che la persona in oggetto aveva eseguito tampone venerdì scorso, 18 settembre – si legge sul comunicato diramato dall’Ausl -. Il risultato del test è pervenuto nella giornata successiva, quando le operazioni preliminari all’apertura del seggio erano già state avviate. Per questo motivo il presidente, il segretario e gli scrutatori, considerati contatti stretti della persona positiva, sono già stati posti in isolamento. Il sindaco Filippo Zangrandi, in accordo con la Prefettura, ha proceduto alla sospensione delle operazioni di voto. Il seggio in questione è già stato reso operativo, con nuovi scrutatori nella sala consigliare del Comune di Calendasco. Tutte le attività si stanno svolgendo in piena sicurezza. In via cautelare, in accordo con il Servizio di Igiene Pubblica, la Prefettura ha già provveduto a sostituire il materiale cartaceo e di cancelleria necessario. I locali occupati dal seggio chiuso sono già oggetto di sanificazione da parte dell’Amministrazione comunale. Intanto l’Azienda Usl di Piacenza ha proceduto all’indagine epidemiologica e ha verificato che nel seggio sono state mantenute sia da parte degli scrutatori sia da parte dei votanti tutte le procedure previste per evitare la trasmissione del contagio. Quindi, si conferma che tutti coloro che in mattinata, prima della chiusura del seggio, hanno esercitato il diritto di voto, indossando la mascherina e sanificandosi le mani, non corrono alcun rischio di contagio”.

Nel frattempo, nel Piacentino, la percentuale dei votanti che ha esercitato il diritto di voto, alle ore 12, si attesta al 13,32%. Il comune con la più alta affluenza è Ferriere dove, oltre al referendum, è tempo di elezioni anche del primo cittadino.

NOTIZIA DELLE 6
Sono oltre 3,3 milioni gli elettori emiliano-romagnoli chiamati alle urne oggi, domenica 20 settembre, e domani, per il Referendum sulla riduzione del numero dei parlamentari di Camera e Senato. A Ferriere, inoltre, si voterà per l’elezione del sindaco.

Una chiamata alle urne che doveva svolgersi il 29 marzo scorso, poi rinviata a causa del lockdown per l’emergenza Covid-19.

Seggi
I seggi saranno aperti domenica 20 settembre dalle 7.00 alle 23.00, e lunedì 21 settembre dalle 7.00 alle 15.00. Le operazioni di scrutinio per il Referendum avranno inizio subito dopo la chiusura della votazione e l’accertamento del numero dei votanti. Le operazioni di voto dovranno rispettare le regole sanitarie generali fissate per contrastare l’emergenza Coronavirus.

Voto a domicilio
L’ufficio Elettorale del Comune di Piacenza informa che gli elettori impossibilitati a recarsi ai seggi per il referendum del 20 e 21 settembre in quanto sottoposti a trattamento domiciliare o in condizioni di quarantena o di isolamento fiduciario per motivi legati al Covid-19, potranno esercitare il loro diritto di voto nella propria dimora. Un seggio speciale passerà infatti per la raccolta del voto negli orari di apertura dei seggi: domenica 20 settembre dalle 7 alle 23 e lunedì 21 settembre dalle 7 alle 15.
Per avvalersi del diritto di voto a domicilio, gli elettori devono far pervenire all’ufficio Elettorale del Comune di Piacenza (all’indirizzo email [email protected]), entro il 15 settembre, una dichiarazione in carta libera attestante la volontà di esprimere il voto presso la propria abitazione, indicandone l’indirizzo completo. Alla dichiarazione deve essere allegato un certificato medico in data non anteriore al 6 settembre, che attesti in capo all’elettore l’esistenza delle condizioni di trattamento domiciliare o condizioni di quarantena o isolamento fiduciario per Covid-19. Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi all’ufficio Elettorale del Comune tel. 0523 492600.

SCARICA LA DICHIARAZIONE DI VOTO A DOMICILIO

Voto in sicurezza al tempo del Covid
Per le elezioni del 20 e 21 settembre scattano le misure di sicurezza sanitaria legate all’emergenza Covid-19, come previsto dal “Protocollo sanitario e di sicurezza per lo svolgimento delle consultazioni elettorali e referendarie dell’anno 2020” sottoscritto dal Ministro dell’Interno e dal Ministro della Salute.
Per accedere ai seggi è obbligatorio l’uso della mascherina da parte di tutti gli elettori e di ogni altro soggetto avente diritto all’accesso io (scrutatori e rappresentanti di lista).
Nei seggi che prevedono più sezioni elettorali, al fine di evitare la formazione di assembramenti, deve essere prevista aree di attesa all’esterno.
Al momento dell’accesso nel seggio, l’elettore dovrà procedere alla igienizzazione delle mani con gel idroalcolico messo a disposizione in prossimità della porta. Quindi l’elettore, dopo essersi avvicinato ai componenti del seggio per l’identificazione e prima di ricevere la scheda e la matita, provvederà ad igienizzarsi nuovamente le mani. Completate le operazioni di voto, è consigliata una ulteriore detersione delle mani prima di lasciare il seggio.
Nel corso delle operazioni di voto, occorre che siano anche previste periodiche operazioni di pulizia dei locali e disinfezione delle superfici di contatto, compresi tavoli, cabine elettorali e servizi igienici.
Nei seggi, compatibilmente con le caratteristiche strutturali degli edifici adibiti a seggi elettorali, si dovrebbero prevedere percorsi dedicati e distinti di ingresso e di uscita, chiaramente identificati con opportuna segnaletica.
I locali destinati al seggio devono prevedere un ambiente sufficientemente ampio per consentire il distanziamento non inferiore a un metro sia tra i componenti del seggio che tra questi ultimi e l’elettore. Si deve, però, anche garantire la distanza di due metri al momento dell’identificazione dell’elettore, quando a quest’ultimo sarà necessariamente chiesto di rimuovere la mascherina limitatamente al tempo occorrente per il suo riconoscimento.

VOTO IN SICUREZZA

Referendum
Per il Referendum non è previsto alcun quorum: il risultato è valido qualunque sia il numero dei votanti. Sulla scheda, di color azzurro, ci sarà una sola domanda e sono previste solo due risposte (Sì o No) al quesito: «Approvate il testo della legge costituzionale concernente” Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.240 del 12 ottobre 2019?».

IL SITO DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA DEDICATO ALLE ELEZIONI

IL SITO DELLA PREFETTURA DI PIACENZA DEDICATO AL REFERENDUM

Amministrative
Le operazioni di scrutinio avranno inizio martedì 22 settembre 2020 alle 9.00.

IL SITO DELLA PREFETTURA DI PIACENZA DEDICATO ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza Provincia

NOTIZIE CORRELATE