Teatri illuminati nella notte: “Ma la luce in fondo al tunnel non si vede”

22 Febbraio 2021


Anche a Piacenza, nella serata di lunedì 22 febbraio, all’alba della manifestazione nazionale dei lavoratori dello spettacolo, si sono accesi i teatri aderenti all’iniziativa nazionale “Facciamo luce sul teatro”: per ricordare che, ad un anno dallo stop, in fondo al tunnel si intravvedono solo fuochi fatui.

Sulla facciata del Teatro Municipale si sono accesi i colori della bandiera italiana, ma le porte sono rimaste chiuse. Al Teatro Trieste 34 è stato acceso un cero in diretta Facebook. In via Scalabrini, all’Open Space 360° dei Manicomics invece si è sentito cantare: si è provato un pezzo del prossimo spettacolo.

“L’ossigeno necessario a tutti è fatto anche d’arte, condivisione, cultura” è il commento. Prima che aprissero le porte c’era già fuori un composto capannello di corsisti. “Siamo qui perché non se ne può più, vogliamo tornare a fare teatro, con le misure del caso: abbiamo spazi idonei, disposizioni, dispositivi e disciplina”.

Bellissima la facciata del Teatro Filodrammatici illuminata da Teatro Gioco Vita: suggestiva la musica e i colori dei costumi, immobili sulle grucce a centro palco. E’ entrata una signora: “Mi sono infilata in questo teatro finalmente illuminato e aperto con la delega dei miei nipoti. Stanno soffrendo moltissimo”. “La scena non è vuota, ma piena di luce – dice Diego Maj – però adesso basta streaming, ci sta distruggendo i sogni, il corpo, lo sguardo, la fisicità, il respiro”.

LA FOTOGALLERY DI MAURO DEL PAPA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà