Partito l’iter di approvazione del bilancio, in Consiglio scintille tra Tassi e Levoni

16 Marzo 2021

Via libera fra le polemiche ai conti del Comune di Piacenza. Dopo uno scontro da campagna elettorale, il consiglio comunale, lunedì 15 marzo,  ha avviato l’iter di approvazione del bilancio 2021 che prevede spese per 208 milioni di euro e altrettante entrate. I gruppi d’opposizione hanno accusato l’amministrazione di non avere avuto, nei suoi quattro anni di mandato, la visione politica necessaria per affrontare i problemi sul tavolo e operare scelte coraggiose, e di non avere dato risposte adeguate alla crisi da epidemia.

La maggioranza ha invece rivendicato senso di responsabilità in un momento di emergenza sanitaria così complicato e di avere mantenuto i servizi senza avere aumentato le tasse, anzi, in certi casi diminuendole. In particolare, la critica a un’azione di governo concentrata unicamente su strade e gestione del verde è stata traversale in consiglio.

Soprattutto hanno fatto rumore le parole di Antonio Levoni (Liberali) che, nel dirsi d’accordo con Giulia Piroli (Pd) che ha lamentato “strade rifatte a chiazze”, ha parlato di milioni di euro spesi per le strade, “ma mancanza di controlli sull’esecuzione dei lavori fatti non a regola d’arte”.

Parole che hanno irritato l’assessore Marco Tassi: le asfaltature, ha replicato, sono ineccepibili. “E in questi anni abbiamo destinato 30 milioni di euro rispetto agli investimenti irrisori del passato”.

IL SERVIZIO COMPLETO DI GUSTAVO ROCELLA SU LIBERTA’ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà