Il metal piacentino parla al femminile con gli Huranova e il nuovo brano “Loss of me”

10 Aprile 2021

Melodia, virtuosismi di corde labirintici, ritmiche serrate, colori di elettronica. Una carezza in un pugno. Alternative-metal contemporaneo, un mix di cattiveria, cantabilità e ascoltabilità anche per i palati non troppo avvezzi. Questo è il sound moderno, compatto e dal respiro internazionale dei rocker piacentini Huranova. Una conferma che arriva con il nuovo singolo “Loss of me”, il secondo dall’inizio dell’anno per la metal band piacentina trainata dalla voce di Carlotta Baroni.

Segue il precedente singolo “Need” (era uscito a gennaio, accompagnato da un videoclip d’impatto

?v=7uRA_MWrMS4″ target=”_blank” rel=”noopener”>da vedere su YouTube) e punta in alto, confermando il cammino di professionalizzazione intrapreso in questa “nuova era” sulla scia del consistente album di debutto pubblicato a fine 2019 “Allowed to demand aloud”, dunque gambizzato dal Covid sul più bello, dopo la prima promettente manciata di concerti di presentazione.

Come spiega Carlotta Baroni, giovane e virtuosa cantante dall’inclinazione più unica che rara nel genere sul nostro territorio, con accanto Davide Dameno alla chitarra, Samuele Invernizzi al basso e Matteo Lo Sicco alla batteria, il pezzo affronta il tema dell’identità: “Si parla di come ci esponiamo emotivamente e moralmente di fronte a qualcosa o qualcuno che crediamo possa renderci felici e di quanto facilmente cadiamo vittima di situazioni illusorie e persone tossiche che ci privano delle nostre energie, della possibilità di essere davvero noi stessi”.

IL SERVIZIO DI PIETRO CORVI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà