Michael Sacchi è Ibrido: nuova uscita per il cantautore piacentino

12 Aprile 2021

Classe ‘93, il cantautore piacentino Michael Sacchi non è un volto nuovo nel panorama musicale nostrano ma il suo progetto solista Ibrido sta per compiere solo un anno di vita. E’ la sua nuova pelle e identità artistica, un percorso all’insegna del pop-indie contemporaneo che tradisce la maturità, tanti anni di scrittura e militanza pop-rock con band che non erano riuscite però a lasciare un segno duraturo.

“Dentro a quella stanza vuota” è il suo nuovo singolo, brano che su Spotify vola verso i 20mila ascolti in poche settimane. E’ il primo pezzo di questo 2021, dopo il debutto del progetto l’anno scorso con “Ti passo a prendere alle tre. I miei pezzi oggi come ieri – spiega Ibrido – sono lo specchio senza fronzoli di quella che è stata ed è la mia vita, fra bullismo, insicurezze, storie d’amore e riscatto”.

Nel team di produzione ci sono i piacentini Davide Savoia, il suo “manager”, e il videomaker Nikk Savinelli, che ha girato il videoclip di “Dentro a quella stanza vuota”. La “stanza vuota” è quella dei rimpianti e delle ansie, sublimati grazie ad un intenso, reale ritorno “riparatore” nei luoghi d’infanzia.

“Momenti belli e brutti – racconta il cantautore – non tornavo nella casa a Gorretto di Cassano da vent’anni. Il video l’abbiamo girato lì insieme alla giovanissima ballerina romana Chiara Marcelletti. Mi seguiva da tempo, io sono rimasto folgorato dalla sua poetica coreografica su Instagram ed è nata una simbiosi: è proprio la sua danza ad incarnare il ricordo, il peso del passato”.

Ne nasce una lotta sofferta, claustrofobica, salvifica e risolutiva. Che lascia ben presagire anche per il prosieguo del progetto.

IL SERVIZIO DI PIETRO CORVI 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà