Da Municipale a Manicomics: riaperture dei teatri a macchia di leopardo

22 Aprile 2021

La riapertura dei teatri in questo momento dell’anno scatena un effetto “deja-vu” rispetto a quanto accaduto nel 2020. Vedremo rialzarsi i sipari piacentini nelle prossime settimane? In vista delle riaperture del 26 aprile (per le regioni di colore giallo) abbiamo fatto un rapido giro d’orizzonti tra le quattro realtà teatrali di riferimento della nostra città ed emergono scenari differenti.

La Fondazione Teatri di Piacenza, pur con i condizionali del caso, è pronta per riaprire le porte del Municipale. Teatro Gioco Vita invece non riaprirà le sale, si concentra sui mesi estivi e le proposte all’aperto. Anche al Trieste34 non ci sono eventi imminenti ma si ricomincerà a lavorare in presenza e anche qui si guarda all’estate. All’Open Space 360° di Manicomics Teatro si potrà assistere al primo spettacolo “in presenza” forse già dalla prossima settimana. Tutti condividono le perplessità riguardanti il coprifuoco.

“Rivedrete il Municipale prima dell’estate, ma rimandiamo tutto ad una prossima conferenza stampa, appena avremo il quadro della situazione” dice Cristina Ferrari, direttore artistico della Fondazione Teatri di Piacenza. “Non ci sono tempi e condizioni per riprogrammare qualcosa adesso – commenta invece Diego Maj, direttore di Teatro Gioco Vita – lavoriamo sulle proposte estive all’aperto e alla stagione 2021/2022”.

Anche per Filippo Arcelloni del Trieste34 “la stagione è già terminata” ma proseguirà in presenza la preparazione dello spettacolo “Di buoni costumi” e “stiamo ragionando sulla possibilità di fare piccoli eventi estivi nel cortile dell’Ostello del Teatro”. Infine, tira aria di vitalità nell’Open Space 360° dei Manicomics, dove la rassegna in corso “Rido, sogno e volo” in modalità “live streaming” è destinata a continuare “con formula ibrida, senza abbandonare lo streaming ma accogliendo anche il pubblico in sala” anticipa Allegra Spernanzoni. “Inoltre iniziamo a tornare nelle scuole e anche i nostri corsi ripartiranno in presenza; dopo tanti mesi di video le richieste sono tantissime e calorose, ne abbiamo tutti bisogno”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà