Hashima e i suoi “Atlanti”: debutto non scontato per il rapper Andrea Rizzi

31 Maggio 2021

Un esempio di “rap buono”, che strizza l’occhio al “trap” e all’”urban-pop” di oggi nei suoni e nelle linee melodiche, denso di metafore e pensieri di un certo peso, senza l’ombra di parolacce vuote né fasulli immaginari “gangsta” a base di droga, sesso e notti brave. Lo porta il giovane piacentino Hashima, al debutto con il singolo “Atlanti”, con la produzione musicale di Kymo Jackson e videoclip di Deni Neli.

Al secolo Andrea Rizzi, studente in Filosofia alla Statale di Milano, Hashima è un ventenne che – grazie anche al supporto della sua Nether Crew e del collega True Skill – ha preso il coraggio di esprimersi in rime e in musica per capire meglio se stesso, gli altri e il momento storico che attraversiamo. “Atlanti è un brainstorming che lascia libero l’ascoltatore di ritrovarsi nella parabola delle mie parole – dice Hashima – dalla defaillance alla ricerca del riscatto, mettendo a fuoco una nuova consapevolezza”: il coraggio di intraprendere la propria strada con spalle che diventeranno larghe come quelle del mitico Atlante.

IL SERVIZIO COMPLETO DI PIETRO CORVI SU LIBERTA’ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà