Gli effetti delle plastiche sul suolo in una una ricerca dell’Università Cattolica

01 Novembre 2021

Gli effetti delle plastiche sul suolo sono in larga parte sconosciuti, nonostante la
quantità di plastica introdotta nel suolo sia pari, se non superiore, a quella negli
ecosistemi acquatici (fiumi, mari e oceani). “Minagris”, un progetto finanziato
dall’Unione Europea, si occuperà di studiare le modalità di ingresso delle
plastiche nel suolo agricolo e di valutare come queste influenzino biodiversità,
funzioni del suolo con relativi servizi ecosistemici e produttività agricola.

Minagris (‘Micro- and Nano-plastics in Agricultural Soils’) esaminerà l’impatto
delle plastiche sul suolo agricolo intraprendendo esperimenti in 11 casi studio
distribuiti in tutta Europa, incluso uno in Italia. Una volta identificati gli effetti delle
plastiche sul suolo, il progetto fornirà ad agricoltori e stakeholders strumenti e
supporto in modo da valutare la loro esposizione e li supporterà nell’adozione di
pratiche agricole sostenibili in modo informato.

“L’Università Cattolica del Sacro Cuore sarà coinvolta nel progetto Minagris
con un team interdisciplinare di microbiologi, agronomi ed entomologi – precisa il
professor Edoardo Puglisi, docente associato di Microbiologia agraria della Facoltà di Scienze Agrarie, alimentari e ambientali dell’Università Cattolica -. L’obiettivo è raggiungere una valutazione integrata dell’impatto di plastiche e bioplastiche sulle comunità microbiche coinvolte nella fertilità del suolo, sulla produttività e fisiologia di piante agrarie e su artropodi del suolo. Si valuterà inoltre il possibile ruolo delle api e del loro microbioma quali indicatori della contaminazione da nanoplastiche, la frazione di più difficile misurazione ma potenzialmente più rilevante in termini di impatto sull’ambiente e sulla salute umana”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà