Imprese, sapere e cultura: c’è anche Piacenza all’Expo di Dubai

01 Novembre 2021

Foto e reportage di Thomas Trenchi

All’Expo 2020 di Dubai oltre 190 Nazioni, rappresentante in altrettanti padiglioni ultramoderni, mettono in vetrina le loro ricette per un impegno globale: “Connettere le menti, creare il futuro”. Si tratta della prima esposizione universale organizzata nel mondo arabo e la prima nell’epoca Covid (la precedente Expo si era svolta a Milano nel 2015).

Nel mosaico di bandiere allestito alle porte della metropoli, c’è pure un tassello di Piacenza. Attorno al padiglione italiano, infatti, gravitano (e graviteranno fino alla chiusura del 31 marzo 2022) anche alcuni docenti, studenti e imprenditori del nostro territorio. La struttura tricolore si fa onore in questa cittadella del futuro che – per oltre quattro chilometri quadrati, ben 600 campi da calcio – impressiona con giochi di luce, sagome futuristiche e proiezioni tanto realistiche da catapultare i visitatori in altre dimensioni.

Presente anche l’imprenditore piacentino Davide Villa, in un viaggio organizzato da Assolombarda insieme a Confindustria Emilia-Romagna e altre realtà associative del Nord Italia. Il piacentino gestisce una società di noleggio autogru insieme al fratello Corrado, con una ventina di dipendenti. “A Dubai, e in particolare all’Expo, vogliamo verificare l’opportunità di business negli Emirati Arabi. Di recente la nostra azienda di servizi ha aperto anche una filiale in Svizzera”. L’imprenditore punta quindi a mettere radici in altre parti di mondo: “A Dubai il mercato è in forte espansione, più di quello italiano. E qui, inoltre, ci sono importanti operatori globali nel settore delle autogru”. Insieme a Villa, presente all’Expo 2020 anche il piacentino Francesco Gobbi, responsabile amministrativo della società di noleggio.

Anche la compagnia piacentina Teatro Gioco Vita partecipa all’Expo di Dubai. Con il sostegno del ministero della Cultura e della Regione Emilia-Romagna, infatti, il padiglione italiano ospita un doppio appuntamento in programma il 6 e 7 novembre.

Teatro Gioco Vita propone lo spettacolo d’ombre e danza “L’uccello di fuoco” e il laboratorio “L’arte immateriale”, dedicato a professionisti e amatori del settore, educatori e operatori culturali.

IL REPORTAGE DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2022 Editoriale Libertà