Val Nure

Ferriere al voto per eleggere il sindaco: sfida tra Agogliati e Oppizzi

18 settembre 2020

Domenica 20 e lunedì 21 settembre, giorni in cui si voterà per il referendum costituzionale, a Ferriere i cittadini saranno chiamati ad eleggere il loro nuovo sindaco. A sei mesi esatti dalla dolorosa scomparsa del primo cittadino Giovanni Malchiodi, a causa del Covid, i cittadini si recheranno alle urne per rinnovare l’amministrazione comunale. Candidati alla poltrona di sindaco sono, in ordine di sorteggio: Antonio Agogliati e Carlotta Oppizzi.

Agogliati, 64 anni, imprenditore, già primo cittadino e senatore della Repubblica, scende in campo con la lista “Per Ferriere”, mentre Oppizzi, 45 anni, avvocato, attuale assessore comunale a sanità, scuola, ambiente e territorio, è sostenuta dalla lista “Ferriere Radici e futuro”. Entrambe liste civiche, sono composte da ferrieresi di tutto il territorio, capoluogo e frazioni. I due candidati, consapevoli dell’eredità umana e politica lasciata dall’ex sindaco Giovanni Malchiodi, evidenziano una grande attenzione alle attività per il rilancio di Ferriere, “perché i suoi cittadini siano felici di viverci e perché il territorio sia sempre più attrattivo. Il turismo quindi come volano per l’economia di Ferriere, perché possa assicurare il lavoro anche nei mesi invernali, accompagnato indissolubilmente da una viabilità e una copertura internet adeguati”. Tra i punti in comune il potenziamento della sicurezza e il mantenimento dei servizi in ambito sanitario.

Sono 1.593 i votanti, un numero che comprende sia i residenti, sia gli Aire, cioè i ferrieresi che vivono all’estero, che per le amministrative devono presentarsi proprio a Ferriere per esercitare il diritto di voto. Per esprimere correttamente il voto occorre barrare il simbolo e scrivere nome e cognome del candidato/a consigliere comunale; è possibile esprimere solo una preferenza.

LA SCHEDA ELETTORALE DI FERRIERE

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Val Nure

NOTIZIE CORRELATE