Gobbo d'oro

“La stoffa dei sogni” trionfa al Bobbio Film Festival. Premio Libertà a Enrico Pau

6 agosto 2017

La ventunesima edizione si chiude, in un Chiostro di San Colombano gremito, con la vittoria del film “La stoffa dei sogni”. Il “Gobbo d’Oro” è stato consegnato da Marco Bellocchio al regista sardo Gianfranco Cabiddu autore di questa opera ispirata liberamente alla “Tempesta” di Shakespeare. Consegnate altre “statuette”.

Il premio del pubblico è finito nel carnet de “La ragazza del mondo” di Marco Danieli. Il premio Camera di Commercio al migliore attore, Simone Liberati per “Cuori puri”, e della migliore attrice, Sara Serraiocco per “La ragazza del mondo”. Il premio speciale di “Editoriale Libertà” è stato conferito all’Accabadora di Enrico Pau che ha ricevuto il lingotto Libertà dal direttore di Telelibertà, Nicoletta Bracchi.

Il Premio Fondazione di Piacenza e Vigevano ha incoronato “Falchi” di Toni d’Angelo. Presente il produttore del film, Gaetano Di Vaio, premiato dal consigliere Giorgio Milani. Ad Andrea De Sica per la miglior regia, in “I figli della notte”, è andato il Premio “Città di Bobbio”.

Una borsa di studio del Lyons club di Bobbio è stata indirizzata agli studenti di Critica Cinematografica. Il regista Niccolò Gentili, gli attori Paolo Porchi e Davor Marinkovic, infine, per il cortometraggio “Volevamo fare ‘u cinema” hanno vinto il premio per “giovani esordienti”, intitolato a “Bebbe Ciavatta”.

A margine delle premiazioni l’onorevole Paola De Micheli ha annunciato che grazie ad una partnership con l’Istituto Luce sono in arrivo i finanziamenti per dare avvio, a Bobbio, al Corso di Alta Formazione Cinematografica.


© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cultura e Spettacoli Provincia Val Trebbia

NOTIZIE CORRELATE