Imprenditore si barrica nell’ufficio per scappare alle minacce di due creditori

10 Gennaio 2013

A richiedere l’intervento degli agenti di polizia è stato un uomo di 32anni, titolare di una ditta piacentina, che questa mattina, intorno alle 12, si è chiuso a chiave nel proprio studio per sfuggire alla furia di due ex dipendenti che vantavano nei suoi confronti un credito di 10.000 euro.

Il racconto dell’uomo non ha trovato riscontro nei fatti; gli agenti, intervenuti sul posto, hanno effettivamente trovato due uomini in attesa di parlare con il 32enne ma nulla nel loro atteggiamento faceva presupporre aggressività o violenza.

I due ex dipendenti della ditta entrambi di origine siciliana, hanno spiegato ai poliziotti di aver riscontrato delle difficoltà nella riscossione del credito che spettava loro.

L’opera di mediazione della polizia è andata a buon fine; imprenditore e creditori hanno trovato un accordo.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà