Autovelox danneggiati: “Non bloccano l’attività di controllo”

06 Febbraio 2013

Uno degli autovelox danneggiati

Due dei nuovi cinque autovelox che oggi entrano in funzione sulle strade provinciali sono stati danneggiati da ignoti prima del debutto. Si tratta dei dispositivi installati alla Rossia di Gossolengo e al bivio per I Vaccari sulla strada di Carpaneto. Entrambi sono stati messi fuori uso da ignoti che hanno spruzzato vernice sui vetri che proteggono i sensori della rilevazione. La polizia provinciale conta di ripararli in settimana. Gli altri autovelox sono collocati sulle strade di Mottaziana, Recesio e Fossadello. “I gesti di inciviltà – ha detto la comandante della polizia provinciale Anna Olati – non bloccano l’attività di controllo avviata. Le postazioni per il controllo remoto della velocità rappresentano un presidio finalizzato a garantire la sicurezza sulle strade: questo significato non deve andare perso. La fase sperimentale comunque ha preso ufficialmente il via e l’utenza, secondo i primissimi rilevi, ha mostrato rispetto per i limiti di velocità alla guida”. Il rilevatore di velocità in dotazione verrà collocato a rotazione nelle cinque postazioni. Fino alla fine di febbraio le postazioni in attività saranno presidiate da una pattuglia della polizia provinciale al fine di segnalare all’utenza che il controllo della velocità è in corso e di dare maggiore evidenza all’attività; per le postazioni al bivio de I Vaccari e a Fossadello il presidio da parte della polizia provinciale proseguirà anche dopo la fine di febbraio.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà