Nibbiano: Provinciale minacciata. 116 milioni i danni in Regione

11 Aprile 2013

Si è concluso stamane il sopralluogo dei tecnici regionali a Nibbiano dove uno smottamento ha completamente reso inaccessibile il santuario di Santa Maria del Monte. Comune e Regione sono concordi sulla necessità di trovare una strada alternativa per riuscire ad accedere al cimitero e alla chiesa. Purtroppo però la frana è ancora in evoluzione e dalla serata di ieri si è mossa ancora di qualche metro, minacciando la strada provinciale sottostante, motivo per il quale si chiede l’intervento della Provincia. Il custode del santuario è intanto rimasto a vegliare sulla chiesa chiedendo al Comune di realizzare una strada alternativa. A Travo la frana di Rondanera fa sempre più paura, avanzando ad una velocità impressionante. Sul posto ci sono i tecnici del Comune che monitorano la situazione giorno e notte.

La situazione tuttavia è critica in tutta l’Emilia Romagna. La Protezione civile ha contato ben 372 frane e criticità idrauliche. Almeno 50 persone sono state evacuate su tutto il territorio regionale e 20 abitazioni sono rimaste isolate. Il report dei dissesti idrogeologici riguarda tutte le provincie da Piacenza a Rimini solo nei mesi di marzo e inizio aprile ed è stato realizzato dall’agenzia regionale di Protezione civile in collaborazione con altri enti. Numeri che preoccupano. Da una prima stima i danni in Emilia Romagna ammontano a 116 milioni di euro.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà