Poliziotti arrestati, domiciliari anche per Paolo Bozzini

18 ottobre 2013


Arresti domiciliari per Paolo Bozzini. Anche l’ultimo dei poliziotti ancora in carcere dopo la maxi inchiesta dei carabinieri sul presunto coinvolgimento di agenti della Questura nello spaccio in città, è uscito dal carcere e si trova nella sua abitazione. Bozzini, 41 anni, deve rispondere dei reati di detenzione, trasporto ed acquisto ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, favoreggiamento della prostituzione e dell’immigrazione clandestina e falso. Ricordiamo che anche il 41enne, come quasi tutti i suoi colleghi, sarà giudicato con il rito abbreviato “allo stato degli atti”, senza cioè che nel corso dell’udienza si aggiunga nulla rispetto a quanto già presente nel fascicolo. L’udienza si svolgerà il prossimo 28 novembre davanti al giudice per l’udienza preliminare Gianandrea Bussi.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE