Expo 2015, Piacenza a caccia di un posto a Padiglione Italia: “Ci saremo di sicuro”

23 ottobre 2013

20131023-103002.jpg

Expo 2015, Piacenza vuole fortemente un posto a Padiglione Italia. Decisivo, in tal senso, l’incontro che i sottoscrittori del protocollo di intesa (le istituzioni e la società di scopo che riunisce associazioni e categorie economiche del nostro territorio) hanno avuto in Provincia con il direttore Relazioni esterne e istituzionali del Padiglione Italia per Expo 2015 Alberto Mina. “C’è un bando pubblico aperto appositamente per raccogliere le manifestazioni di interesse – ha precisato Mina – ma credo che Piacenza possa avere ottime possibilità: il sistema è compatto e ben organizzato, i punti di forza non mancano”.

Al termine dell’incontro si è riunito il consiglio di indirizzo dei soggetti che hanno aderito al protocollo, che ha deliberato le decisione di rispondere all’invito pubblico: “Stabiliremo assieme in che spazi e con che contenuti, ma la volontà di tutti è esserci”. Decisioni che non possono essere prese a cuor leggero, visti i costi: 100mila euro a settimana per uno stand di 200 metri quadri, stessa somma per un ufficio di rappresentanza per sei mesi, 200mila euro per la “giornata del protagonismo” e 300mila euro per 3 mesi in 40 metri quadrati in una delle “piazzette”.

Expo 2015, il comunicato della Provincia

20131023-103024.jpg

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE