Piacenza

Lavoro: si cercano 900 ristoratori e commessi, nessun dirigente

6 dicembre 2013

Bar - Baristi - Ristorazione

Le figure professionali più ricercate nel mondo del lavoro piacentino sono gli addetti alle vendite e alla ristorazione, 920 quelli richiesti sul territorio; a evidenziare il primato di commessi e baristi è il sistema informativo Excelsior per l’occupazione e l’informazione, uno studio commissionato da Unioncamere che, attraverso un ampio campione di imprese locali, ha elaborato i movimenti occupazionali previsti in questo periodo, utili per indirizzare chi è alla ricerca di un impiego.

Le attività hanno previsto il “fabbisogno” di 470 incaricati alla ristorazione e 340 addetti alle vendite; al secondo posto ci sono i tecnici – servono 400 figure – divisi nei vari settori che spaziano dai mercati o attività produttive passando per il campo ingegneristico o la salute.

Richiesti anche i lavoratori non qualificati – complessivamente 390 – ripartiti tra personale per le pulizie o addetti alla consegna e spostamento merci.

In numero minore si cercano anche impiegati (320), artigiani, operai specializzati e agricoltori (290) – tra i quali personale specializzato per la rifinitura delle costruzioni – conduttori d’impianti e operai di macchinari fissi e mobili (160), ingegneri (20) e personale per professioni scientifiche di elevata specializzazione (100).

Zero assunzioni in programma per i dirigenti, poiché nessuna tra le imprese piacentine intervistate ha espresso la necessità di questa figura professionale.

Le assunzioni totali previste per l’anno in corso sono 2.610, ma purtroppo le previsioni di uscita sono ben 4.230 e il saldo del periodo è ancora nettamente negativo; inoltre, solo per 350 posti di lavoro è richiesto un titolo di laurea.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Provincia Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE