Pazzali (Fiera Milano) scuote Bobbio in vista di Expo. “Si deve lavorare di più”

6 marzo 2014

20140306-222302.jpg

Il bobbiese Enrico Pazzali, amministratore delegato di Fiera Milano, è tornato nell’auditorium di Santa Chiara dopo trent’anni per spiegare alle istituzioni e ai cittadini che cosa sarà l’evento mondiale di Expo 2015, a 420 giorni dall’apertura. Alla sua prima visita nel Piacentino, Pazzali ha parlato di una Piacenza “coraggiosa”, capace di dire sì per prima in Italia all’acquisto di una piazzetta. Ma il coraggio non basta, bisogna credere in un vero e proprio restauro di tutto il territorio. “Io vengo qui e amo Bobbio, sono nato qui, prima ho fatto una camminata e ho sentito profumi che non sento da nessun’altra parte del mondo – ha detto l’amministratore delegato -. Eppure, credetemi, non basta. Chi viene per la prima volta in Italia vuole trovare ristoranti adeguatamente arredati perché siamo il paese della moda e del design. Bobbio non sarà riconosciuta, dobbiamo farla conoscere, si deve preparare ad ospitare mille cinesi o mille russi. Dove li facciamo dormire? Basta il turismo mordi e fuggi? Bobbio non è preparata, non possiamo perdere quest’occasione. Noi non competiamo con Milano o Parma, ma con il mondo. Noi vogliamo disegnare il futuro: abbiamo perso la capacità dei nostri nonni di prevedere i problemi con uno sguardo lungimirante e attento. Ritroviamo quello sguardo: e facciamo in modo che l’Italia diventi il punto di riferimento per la nutrizione universale, la vera sfida”.

20140306-222014.jpg

20140306-222035.jpg

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE