Con “Arginiamo il cuore”, Piacenza ha un nuovo primato grazie a Progetto Vita

08 Giugno 2014

20140608-131716.jpg

Piacenza ha un nuovo primato: l’argine del Po cardioprotetto da una rete di defibrillatori è infatti un esempio unico in Europa. La terza edizione di “Arginiamo il cuore”, che vede schierati in prima fila Progetto Vita, Consorzio di Bonifica di Piacenza, Canottieri Ongina, Legacoop, Cna, con i Comuni di Castelvetro e Monticelli, ha permesso al territorio piacentino di tagliare un importante traguardo: sono stati infatti inaugurati il 507esimo e il 508esimo defibrillatore della nostra provincia. Il primo ha trovato casa in località Ponticello, a Castelvetro; il secondo a Scazzola di Monticelli, sull’argine maestro (la dislocazione è provvisoria a causa del cantiere di Isola Serafini).
Il gruppo sportivo della polizia municipale di Piacenza ha camminato questa mattina insieme alle famiglie da Roncarolo di Caorso, sede del ritrovo, fino alla Chalet di Monticelli, mentre il gruppo sportivo della Placentia Halfmarathon for Unicef ha corso dal secondo argine cardioprotetto di Roncarolo fino a Monticelli. Oggi pomeriggio, beach volley per tutti, con ospite d’eccezione Luca Tencati, atleta del Copra Elior Volley. All’iniziativa hanno partecipato anche le scuole Vittorino da Feltre e De Gasperi. Il Consorzio di bonifica ha acquistato le teche dei defibrillatori, acquistati invece da Coop Eridana. Il prossimo anno è previsto un grande evento in concomitanza con l’apertura dei cancelli di Expo 2015, per dare testimonianza del lavoro svolto da Progetto Vita in questi anni: tre persone sono state salvate dal defibrillatore negli ultimi sei mesi.

20140608-131649.jpg

20140608-131655.jpg

20140608-131700.jpg

20140608-131706.jpg

© Copyright 2021 Editoriale Libertà