Mano di San Colombano scolpita in una grotta a Bobbio: “Recuperiamola”

24 Giugno 2014

La grotta di S Colombano recentemente fotografata (2)

Fa discutere una grotta nei pressi di Barberino di Bobbio, vicino alla quale vi sarebbe scolpita la mano di San Colombano. Non si tratta del conosciutissimo eremo di San Michele a Coli, ma di un altro luogo colombaniano, citato solo in pochissimi documenti. “La grotta si trova in proprietà privata, in una zona piuttosto impervia – segnala il primo cittadino di Bobbio, Roberto Pasquali -. C’è la volontà di recuperarla, ce l’hanno chiesto in tanti, ma innanzitutto deve essere aperto un dialogo sul caso con la proprietà”.

A livello popolare, si incontra traccia di un evento “miracoloso” nel 1951, quando due agricoltori tornavano da Bobbio a Mezzano col trattore: il mezzo si capovolse e precipitò nel burrone. I due si salvarono e sul posto, vicino alla grotta, venne benedetto un piccolo santuario. La grotta è citata anche nella biografia di Colombano scritta da S.Antonio Maria Gianelli e nel libro di Margaret Stokes, la turista irlandese che a fine ’800 trascorse sei mesi in Appennino.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà