Artigiani, chiuse 398 imprese nel 2014. In tre anni perse oltre 500 aziende

06 Agosto 2014

muratore_artigiano

Continuano le difficoltà del comparto artigiano: il saldo tra nuove aperture e chiusure resta negativo, in un triennio sono state 505 le imprese artigiane chiuse nella sola provincia di Piacenza.

Il comparto artigiano a Piacenza rappresenta il 28,4% delle imprese registrate e nei primi sei mesi del 2014 hanno visto prevalere le cessazioni rispetto alle aperture: 398 le prime e 309 le seconde, con un saldo pari a 89 unità artigiane in meno.

Nonostante la perdurante crisi del settore edile, delle 309 imprese iscritte ben 134 appartengono alla sezione delle costruzioni. L’effetto crisi si legge con il dato delle cessazioni che, in questo solo settore, arrivano a 193.

Sono state 55 le nuove attività registrate nell’ambito manifatturiero, a fronte di 74 chiusure, 36 le aperture nelle altre attività dei servizi (con 30 cessazioni), 18 per ciascuno dei settori trasporti e attività dei servizi di alloggio e ristorazione (contro 30 cessazioni nei trasporti e 17 nei servizi di alloggio).

© Copyright 2021 Editoriale Libertà