Piacenza

Rdb ceduta per 800mila euro al consorzio milanese. Slitta l’incontro al ministero

2 settembre 2014

rdb

L’incontro del 4 settembre con i referenti del Ministero dello Sviluppo Economico è slittato. Ma i sindacati, Cgil, Cisl e Uil, hanno chiesto con urgenza ugualmente un incontro ai commissari straordinari, Renato Camodeca, Paolo Cevolani e Giorgio Zanetti, incaricati di valutare le tre offerte arrivate per l’acquisizione della Rdb spa: obiettivo delle organizzazioni sindacali, pronte a scendere a Roma giovedì, è quello di conoscere i tre piani industriali contenuti nelle buste e quali siano le intenzioni dei commissari. L’incontro è previsto per le 14.30 di giovedì: non saranno presenti i referenti ministeriali, ma un successivo incontro dovrebbe essere già convocato per la prossima settimana. Intanto, sarà faccia a faccia tra il sindacato e i commissari.

Notizia delle 7 – Le indiscrezioni si fanno sempre più insistenti, fino a diventare quasi certezze. L’Rdb spa, che a Piacenza comprende anche lo stabilimento di Valmontana di Monticelli, sarebbe stata venduta al Consorzio Tecno Housing per poco più di 800mila euro. Nulla sarebbe dunque cambiato, nella proposta, rispetto all’inizio dell’estate, quando l’offerta del Consorzio milanese era stata definita “non congrua” dal Tribunale di Piacenza.
Eppure da via del Consiglio, a luglio, erano stati richiesti specifici chiarimenti sull’offerta ricevuta per la Spa di Pontenure: 875mila euro, precisamente, per il marchio Rdb e i rami d’azienda di Monticelli, Bellona (Caserta), Tortoreto (Teramo), Belfiore (Verona), oltre alla sede amministrativa e commerciale di Pontenure.
Il 4 settembre era previsto un nuovo incontro al Ministero dello Sviluppo economico; ma anche questo incontro, come spiegato dalle organizzazioni sindacali, non è in realtà mai stato convocato ufficialmente.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Provincia

NOTIZIE CORRELATE