Val D'Arda

Accoltella l’ex badante del padre durante una lite: condannato

17 settembre 2014

tribunale

E’ stato condannato a quattro anni di reclusione per tentato omicidio e illecita detenzione di un coltello Nicola Del Re, 41enne di Fiorenzuola che il 22 ottobre del 2013 ferì un 46enne dello stesso paese. L’accoltellamento si consumò in un condominio di via Mafalda di Savoia. La lite era sfociata per questioni di soldi e lavoro. La vittima si prendeva cura del padre di Del Re, un ottantenne in sedia a rotelle. Ma c’erano stati dei problemi e sembra che il figlio dell’anziano avesse deciso di affidare l’incarico a un’altra persona. Da lì i dissapori fino all’aggressione che per fortuna non ha avuto gravi conseguenze. Durante la lite erano volati anche calci e pugni da entrambe le parti. Del Re ha sempre sostenuto di essere stato aggredito per primo dal 46enne. “Sono ancora convinto che il mio assistito abbia agito per legittima difesa – dice l’avvocato Roberto Ferroni – al massimo ha superato colposamente i limiti della suddetta esimente ed eventualmente doveva essere condannato per lesioni colpose (ex art 55 codice penale). Per quanto concerne l’applicazione della pena in relazione al reato di tentato omicidio – prosegue l’avvocato difensore di Del Re – sono soddisfatto perché a differenza di quanto richiesto dal pm il giudice ha applicato le circostanze attenuanti generiche pertanto la pena inflitta è minima per i reati contestati. Visto che l’uomo ha già quasi scontato 1 anno agli arresti domiciliari potrebbe eventualmente non rientrare in carcere ma usufruire delle misure alternative alla detenzione come per esempio la messa in prova ai servizi sociali”. Il pm aveva chiesto 5 anni.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Val D'Arda Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE