Piacenza

Insulti tra autista e studente sul bus. Conducente sospeso da Seta

23 ottobre 2014

20141023-182805.jpg

“Quella voce lì da gay la vai a fare a tua sorella”. E’ l’espressione omofoba rivolta da un autista a un ragazzino di colore. Insulti, toni esasperati e alla fine la situazione precipita. Sono le scene che si vedono nel video registrato da una studentessa di 17 anni, mercoledì, sulla corriera Piacenza-Vernasca delle 13.40, bloccata dall’autista a Pontenure a causa del caos degli studenti.
Il video postato sul social network di Facebook raggiunge in poche ore le 80mila visualizzazioni e le 1.900 condivisioni. Finisce in ogni angolo d’Italia e i commenti si spaccano, tra chi difende l’autista sottolineando i frequenti casi di baby teppismo sugli autobus, chi sottolinea come l’uomo se la sia presa con un ragazzo di colore e chi accusa l’autista di aggressione.
L’autista, oggi pomeriggio, è stato intanto sospeso in via cautelare dal servizio. Seta ha spiegato come il conducente, con trent’anni di professione sulle spalle, abbia pregato l’azienda di formulare a suo nome le scuse per l’accaduto, motivando il suo atteggiamento come frutto di continue provocazioni, offese, ingiurie. I colleghi si sono schierati con l’autista ripreso dal video minacciando sciopero se la sospensione dovesse continuare e spiegando come fare l’autista oggi sia come fare la guerra.
La ragazza che ha documentato quel dialogo che non dovrebbe mai verificarsi tra un adulto e un ragazzino ha linkato il video anche sulla pagina del programma televisivo “Le Iene”, dopo essersi rivolta con gli amici ai carabinieri di Fiorenzuola, spiegando come tanti studenti ora abbiano paura a tornare su quel mezzo.
“L’autista ha sputato in faccia al ragazzo del Burkina Faso, è stato peggio di un pugno, ha richiamato solo il ragazzo di colore, non altri che facevano caos” ha detto la ragazza. “Non è questione di colore della pelle, ma di rispetto, non si riesce a lavorare, dovremmo filmare noi quello che vediamo ogni giorno” hanno replicato gli autisti.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE