Piacenza

Lite autista: Seta valuta telecamere e isolamento dai passeggeri

24 ottobre 2014

autista.jpg

Pietro Odorici, presidente della società di trasporto Seta, ha annunciato di voler riaprire un dialogo sul progetto già avviato lo scorso anno di telecamere a bordo dei bus. A Modena il sistema di videosorveglianza a bordo sta dando buoni risultati. Si valutano anche paratie che possano isolare il conducente. Le organizzazioni sindacali hanno chiesto un incontro in Prefettura per ribadire l’esasperazione raggiunta dagli autisti a causa di piccoli gruppi di vandali. La strada intrapresa dall’autista e dalla Uil Trasporti è quella del dialogo con la famiglia del ragazzo con cui è avvenuta la lite.

Notizia delle 12 – È partita ieri sera sui social network la campagna “Io sto con l’autista”. La lite tra il conducente dell’autobus della linea Piacenza-Vernasca e un ragazzino ha scatenato la reazione di centinaia di piacentini, tra cui rappresentanti istituzionali, che, tramite Fb, hanno preso le difese dell’autista chiedendo a gran voce il reintegro in servizio dell’uomo sospeso, in via cautelare, ieri da Seta. Molti hanno addirittura proposto di lanciare una raccolta firme affinché “il conducente possa tornare a lavorare il prima possibile”. Questa mattina è stato sfiorato lo sciopero degli altri colleghi che parlano di “situazione insostenibile e che porta all’esasperazione”. I toni si sono placati nel corso della mattinata.

Il conducente, che ha chiesto scusa tramite Seta, mercoledì pomeriggio, durante la corsa delle 14.30, è stato ripreso con il telefonino da una ragazza di 17 anni mentre si scambiava insulti con uno studente di colore.

Il video postato sul social network di Facebook ha raggiunto in poche ore le 80mila visualizzazioni e le 1.900 condivisioni.
L’autista, con trent’anni di professione sulle spalle, avrebbe rivolto al giovane insulti omofobi in risposta ad altre offese ricevute.

Nota Seta su autista

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE