Lavoratori pubblici pronti per la manifestazione dell’8 novembre

5 novembre 2014

lavoro

Parte la mobilitazione dei lavoratori pubblici piacentini in vista della grande manifestazione prevista a Roma il prossimo 8 novembre, contro la politica del governo Renzi. Questa mattina, all’auditorium Sant’Ilario di Piacenza, tutte le sigle sindacali – Cgil, Cisl e Uil in testa – hanno chiamato a raccolta i lavoratori del pubblico impiego per spiegare loro gli effetti delle decisioni governative e invitarli a partecipare alla mobilitazione unitaria.

A conti fatti, dai primi calcoli, ci sarebbero già circa quattro o cinque pullman pronti a partire per Roma, dove sabato tutti i lavoratori si ritroveranno in Piazza del Popolo nel pomeriggio. “Il lavoro pubblico è al centro di un attacco da parte del governo” – spiega Fausto Modenesi (Cgil), presente all’incontro di ieri. “Si vuole far passare l’idea che i lavoratori pubblici siano dei fannulloni e intanto il contratto non è più stato rinnovato ed è fermo dal 2009. Il governo Renzi ha annunciato diverse azioni per quanto riguarda l’assunzione dei precari, prima fra tutte quella nel settore scolastico. Ma finora non abbiamo ancora visto nulla di tutto ciò. Per questo sabato saremo in piazza per farci sentire, contro chi ha già detto che non vuole ascoltare i sindacati”.

Durante l’assemblea di questa mattina, sono state anche illustrate le modalità per aderire alla mobilitazione unitaria. Tutti gli altri interessati ad essere presenti in Piazza del Popolo, dove si terrà la manifestazione finale della giornata, possono contattare le tre sigle sindacali.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE