Lepri infette nella valle Staffora. Al momento nessuna traccia nel Piacentino

10 Gennaio 2015

LEPROTTO_IN_GIARDINO_0

Lepri morte e ammalate, contagiose per l’uomo, sono state ritrovate nei giorni scorsi della valle Staffora, nella zona di Varzi (Pavia), a solo una trentina di chilometri da Bobbio. Colpa della tularemia, la cosiddetta “febbre dei conigli”, che ha colpito la zona montana pavese e ha creato allarme tra i cittadini, costringendo il sindaco di Varzi a emanare un’ordinanza per invitare i cittadini a non avvicinare animali selvatici in apparenza malati ed evitare il contatto diretto con carcasse di animali morti. Il rischio è che qualche esemplare possa essersi diffuso anche nelle nostre zone, specialmente attorno al Monte Penice. Ma dalla Provincia arrivano rassicurazioni. «Non c’è al momento nessuna traccia di lepri colpite dalla malattia nel piacentino, anche se non possiamo escluderne la presenza» spiega il dirigente del servizio faunistico della Provincia Enrico Merli. «Proseguiremo i monitoraggi e l’epidemia non è correlata al calo delle lepri nelle nostre zone».

© Copyright 2021 Editoriale Libertà