Bastione Campagna chiuso in balia dei vagabondi. Il Comune: “Riapre”

15 Gennaio 2015

foto 2

A breve Bastione Campagna verrà nuovamente reso fruibile. A comunicarlo è il Comune di Piacenza che scrive in una nota: “A seguito di quanto apparso nel programma televisivo “Fuori Sacco” e su “Libertà” di oggi, secondo cui Bastione Campagna è già chiuso e sarebbe diventato una discarica – dormitorio, l’Amministrazione comunale precisa che fra qualche giorno il Bastione Campagna verrà nuovamente reso fruibile alla cittadinanza, assicurandone la vigilanza”.

Il bastione sarà aperto dalle 8 alle 19, sino a marzo a cura della ditta Coopservice-Intercenter (Ivri), già affidataria della vigilanza del patrimonio comunale, per poi proseguire sino all’autunno con il personale socialmente utile.

Notizia delle 7 – Cestini dei rifiuti pieni; cartacce, lattine e bottiglie ovunque; rovi e cespugli che non vengono tagliati da tempo. E’ questo lo spettacolo che offre in questi giorni Bastione Campagna, in via Tramello, inaugurato nel maggio scorso dopo un intervento costato 750mila euro che aveva restituito ai piacentini un’importante parte delle antiche mura. Uno stato di incuria che, però, possono vedere in pochi, visto che, nonostante i cartelli all’ingresso, il cancello di entrata resta chiuso per tutto il giorno, pare per un problema con chi deve occuparsi della sua apertura.
La sommità del bastione si è dunque trasformata nel rifugio di alcuni senzatetto, che in particolare hanno eletto dimora sotto un tavolo con panchine. Coperte, avanzi di cibo, persino un ombrello per ripararsi: si trova tutto l’armamentario per passare lì anche la notte. Con la certezza di non essere disturbati neppure durante il giorno, tanto nessuno può salire, come è stato mostrato ieri nel corso della puntata di Fuori Sacco su Telelibertà.

foto 3

© Copyright 2021 Editoriale Libertà