Omicidio Puddu, la testimonianza di un vicino: “Urla e rumori. Poi il tonfo”

2 novembre 2015

Omicidio Puddu

“Picchiami e facciamola finita, poi vattene”. E’ quello che un vicino di casa ha testimoniato di aver sentito urlare da Daniela Puddu durante il violento litigio scoppiato nella tarda serata del 14 giugno 2014 con il convivente Dario Rizzotto, alla sbarra con l’accusa di averla uccisa. Poi il tonfo.

La testimonianza è stata fatta questa mattina in aula, di fronte alla corte d’assise presieduta dal giudice Italo Ghitti, davanti alla quale ha deposto anche un amico di Rizzotto, ospite nell’appartamento della coppia fino a pochi minuti prima del tragico epilogo e andatosene proprio quando il litigio tra i due stava degenerando.

La donna, 37enne di origine sarda, venne trovata morta sul marciapiede sotto casa a seguito della caduta dalla finestra del suo appartamento, al terzo piano delle case popolari di via Illica a Fiorenzuola.

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE