Val D'Arda

Carbonext, ancora nulla di fatto. Protesta davanti alla Provincia

29 dicembre 2015

Still1229_00001

L’ultima Conferenza dei Servizi sulla richiesta della Buzzi Unicem di utilizzare 60mila tonnellate di Carbonext come combustibile è prevista per gennaio: stamane in Provincia l’iter della valutazione di impatto ambientale ha analizzato nuovi elementi ma non ha preso alcuna decisione. Come previsto dalla legge del riordino, dal primo gennaio nascerà Arpae che unirà il Servizio ambiente della Provincia e Arpa: alle dipendenze della Regione, quindi, Arpae sarà chiamato a proseguire nelle valutazioni fino alla firma finale al parere del progetto che spetta, appunto, a viale Aldo Moro a Bologna. Per gli ambientalisti si tratta dell’ennesimo rimbalzo, per non dire “no” al progetto osteggiato dai comitati.

Fuori, in strada, in corso Garibaldi, mentre si teneva la conferenza, i cittadini hanno gridato “La Valdarda non si svende”, invitando le istituzioni a bocciare il progetto: “Sulla vicenda c’è un silenzio assurdo – hanno detto alcuni cittadini -. Non è questo il tipo di sviluppo che vogliamo per la nostra Valdarda. Se potessimo, avremmo già venduto le nostre case”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Val D'Arda Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE