Piacenza

Unioni civili, le sveglie suonano in piazza Duomo. “Un registro a Piacenza”

23 gennaio 2016

Arcigay

“Chiediamo un incontro con il sindaco Dosi per ottenere anche a Piacenza un registro delle coppie conviventi e perché ci sia un impegno più forte contro le discriminazioni. Sindaco incontraci, non ti faremo mettere il rossetto”. La butta sul ridere ma avanza delle richieste concrete Davide Bonvini, consigliere nazionale di Arcigay che nel pomeriggio ha aperto la manifestazione dei “sentinelli” in piazza Duomo. 

Circa duecento sono stati i piacentini che hanno risposto all’appello lanciato da Atomo, Arcigay, Agedo e Famiglie Arcobaleno a scendere in piazza in occasione della discussione in parlamento del ddl Cirinnà: ognuno con la propria sveglia che ha suonato puntuale all’ora stabilita per dire senza troppi giri di parole “Sveglia Piacenza”.

“A Piacenza non è mai stato fatto nulla di concreto contro la discriminazione – ha spiegato Bonvini – chiediamo un incontro al sindaco Dosi”.

Abbastanza d’accordo si è detto anche il consigliere Manuel Rossi: “A Piacenza c’è ancora tanto da fare, sul fronte del registro delle coppie sono i consiglieri a decidere e non il sindaco e per quanto riguarda l’impegno è attivo uno sportello antidiscriminazione che sta per essere incrementato”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Foto Gallery Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE