Industria piacentina, cresce il fatturato. Il calo del petrolio mette in sofferenza l’export

08 Marzo 2016

Mod_chem_plant

Cresce il fatturato dell’industria manifatturiera piacentina. Con un +2,26% le aziende piacentine stanno lottando contro la crisi, spinte dall’alimentare (+5%), dalla meccanica (+2,56%) e dal comparto che riunisce tessile, chimica, plastica e vetro (+2,70%).

Sono i dati del secondo semestre 2015, confrontati con l’equivalente periodo dell’anno precedente, presentati oggi pomeriggio dal presidente di Confindustria Piacenza Alberto Rota e dal direttore Cesare Betti.

In sofferenza il comparto edile, unico con una variazione negativa (-4,70%).

Da segnalare un significativo aumento del fatturato interno (+5,19%), in contrapposizione ad un calo di quello estero (-5,08%) dovuto principalmente al calo del prezzo del petrolio e alla stagnazione delle economie dei Paesi di esportazione.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà