Piacenza

Missione del Genio Pontieri a Pistoia per un residuato bellico, 19mila evacuati

31 luglio 2016

IMG_20160728_175602 (6)-1000

Con l’evacuazione di oltre 19mila residenti – che dovranno temporaneamente abbandonare gli 8 chilometri quadrati dell’area “rossa” – sarà disinnescato oggi, ad opera degli artificieri del secondo reggimento Genio Pontieri di Piacenza, l’ordigno bellico ritrovato a Pistoia in via Pratese  il 14 luglio scorso durante lavori di scavo all’acquedotto.

Le operazioni, compresa la messa in sicurezza del territorio, inizieranno alle 11.20 con il dispolettamento dell’ordigno e il suo successivo trasporto in un luogo adatto per il brillamento. Dureranno circa 4 ore e saranno condotte dal nucleo EOD (Explosive Ordnance Disposal), i militari del Genio specializzati nella bonifica di ordigni esplosivi, che grazie alla connotazione “dual use” oltre all’impiego operativo nelle missioni internazionali è in grado di intervenire a supporto della comunità nazionale in caso di calamità e per la bonifica da residuati bellici.

IMG_20160728_175658 (2)-1000

 

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE