Piacenza

Aria: solo il 7% di quella che respiriamo è buona. Stradone ko

28 ottobre 2016

piacenza vista aerea centro città

Quest’anno solo il 7% dell’aria che abbiamo respirato può considerarsi buona, il 58% accettabile, il 28% mediocre e il 7% pessima. Nonostante questa fotografia, scattata da Arpae, la situazione della qualità dell’aria a Piacenza è in lieve miglioramento. Lo dicono anche i rilevamenti delle centraline posizionate in città e che monitorano costantemente i livelli di polveri sottili o biossido di azoto presenti nell’aria. Da gennaio a ottobre 2016 la centralina di Parco Montecucco ha segnato 11 sforamenti di Pm10 contro i 21 registrati fino a ottobre 2015. Resta critica la situazione rilevata dalla centralina posizionata all’interno della scuola Giordani all’angolo con stradone Farnese. Nonostante gli sforamenti siano passati da 35 a 21 in un anno, i livelli di inquinamento legati al traffico restano comunque più alti rispetto alla zona della Besurica. “La qualità dell’aria è un problema da risolvere nonostante qualche segnale positivo – ha ricordato Giuseppe Biasini direttore di Arpae Piacenza”. 

“Nel mese di ottobre abbiamo registrato un solo sforamento in linea con le altre città dell’area Ovest, Parma, Reggio Emilia e Modena – ha spiegato Francesca Frigo responsabile della rete provinciale monitoraggio qualità dell’aria di Arpae Piacenza, per avere un quadro completo dobbiamo attendere di vedere che tempo farà nei mesi di novembre e dicembre che sono quelli più critici”.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Foto Gallery Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE