Consorzio di Bonifica

Uno studio per nuovi invasi in Valnure e 40 cantieri in montagna

1 agosto 2017

Contro la siccità, si studiano nuovi invasi in Valnure. Il Consorzio di Bonifica ha annunciato di aver destinato un finanziamento per far compiere un’analisi geologica e idrogeomorfologica finalizzata all’individuazione di aree idonee per la loro realizzazione. “Tale analisi – spiega la Bonifica – andrà a completare un’indagine di qualche anno fa partita da altri territori del piacentino. Negli anni 2001 e 2002 infatti l’allora Consorzio di Bonifica Bacini Tidone e Trebbia aveva commissionato un’analisi per l’individuazione di un’area idonea alla realizzazione di invasi in Valtebbia”.

E’ stato inoltre costituito un gruppo di lavoro tecnico “in grado di dare risposte amministrative–giuridiche, oltre che tecniche, non solo per far fronte ad un’immediata necessità di acqua ad uso civile ed agricolo, ma per trovare una soluzione stabile che risolva il problema. Il gruppo è promosso, oltre che dal Consorzio di Bonifica di Piacenza, da Iren, Coldiretti, Confagricoltura e Consorzio Cosil”.

Sull’altro importante fronte invece, quello relativo alle opere di sicurezza territoriale contro il dissesto dell’Appennino, sono 40 gli interventi previsti nel nostro territorio da parte del Consorzio di Bonifica: “La maggior parte di tali interventi sarà finanziata da apporti cospicui derivanti dalla riscossione, nelle aree montane, del contributo di bonifica. I lavori, che saranno realizzati quest’anno, riguarderanno il presidio di torrenti e fossi minori, il consolidamento dei versanti della montagna, la manutenzione della vegetazione lungo i corsi d’acqua, delle strade e degli acquedotti di bonifica in diverse località in vari comuni piacentini”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE