L'appello

Arriva l’acqua extra dal Brugneto: “Ma la Liguria autorizzi ulteriori rilasci”

2 agosto 2017

L’acqua extra in arrivo dalla diga del Brugneto verso il territorio piacentino si esaurirà nella tarda mattinata di venerdì. Ecco perché i rappresentanti del mondo agricolo della nostra provincia auspicano che la Liguria accetti di rilasciare altri quantitativi straordinari, come i 500mila metri cubi di questi giorni, frutto dell’accordo con la Regione Emilia Romagna.

“E’ stata fatta una significativa azione di mediazione – commenta il presidente del Consorzio di Bonifica di Piacenza, Fausto Zermani e apprezziamo l’atteggiamento di apertura e collaborazione, ma il risultato ottenuto, dimezzato rispetto alle richieste, porta con sé anche una non piena soddisfazione dal momento che il volume d’acqua richiesto era stato stabilito in base a precise necessità”.

Bisogni che il presidente di Coldiretti Piacenza, Marco Crotti, ribadisce: “Questo accordo tra le due Regioni è importante e apprezzabile, ma la scarsità di acqua resta un problema grave. Questa è un’annata particolarmente difficile. In base alle ultime analisi di Coldiretti, salgono ad oltre 250 milioni di euro le perdite provocate in Emilia Romagna alle coltivazioni e agli allevamenti da un andamento climatico del 2017, che si classifica al secondo posto tra i più caldi e siccitosi dal 1800”.

Il direttore di Coldiretti Piacenza Giovanni Luigi Cremonesi aggiunge: “Ora auspichiamo che la sensibilità e l’apertura dimostrata dagli amministratori della Regione Liguria si concretizzi in ulteriori rilasci che permettano al mondo agricolo piacentino di giungere a fine campagna. In riferimento a questo tipo di accordi, il mondo agricolo chiede certezze e quindi una pianificazione strutturata per i prossimi anni”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE