No alle proposte del Comune

Famiglia con il permesso di soggiorno, ma senza casa: “Abbiamo dormito ai giardini Margherita”

24 agosto 2017


Hanno preferito dormire ai giardini Margherita per non dover trascorrere la notte separati: è la vicenda capitata a una famiglia di profughi (marito, moglie e tre figli di 5 anni, 18 mesi e sei mesi) provenienti dal Marocco, arrivata 10 mesi fa in Italia dopo un lungo viaggio attraverso la Libia che li ha condotti, con un barcone, nel nostro Paese.
Indirizzati in una struttura della provincia, una volta ottenuto il tanto sospirato permesso di soggiorno (non essendo quindi più compresi nel programma per i richiedenti asilo) hanno dovuto abbandonare il centro di accoglienza, chiedendo aiuto al Comune di Piacenza.
L’amministrazione comunale ha subito trovato per loro una sistemazione per la notte che, per necessità, prevedeva però una separazione del gruppo famigliare, con la madre e i tre bambini da una parte e il padre al rifugio Segadelli. Una soluzione che non ha però trovato d’accordo la giovane famiglia, che ha quindi trascorso la notte all’aria aperta.

Nel pomeriggio di oggi, giovedì 24 agosto, è prevista una riunione per decidere il futuro prossimo di questa famiglia.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE