Segretario comunale

Filippini va in pensione: “Licenziamenti in arrivo per gli assenteisti”

5 ottobre 2017

Va in pensione Vincenzo Filippini, 63 anni, segretario generale del Comune di Piacenza. Aveva assunto l’incarico nel maggio del 2014. Di questi 3 anni e mezzo traccia un bilancio positivo a partire dalla partita di Expo 2015 e del bando per il reclutamento di agenti di polizia municipale chiuso in tempi record: “La nostra amministrazione ha tanti punti di eccellenza” – ha spiegato Filippini, ricordando anche l’alluvione di Roncaglia: “Un episodio tragico in cui il Comune ha saputo far sentire la propria vicinanza ai cittadini con l’erogazione dei contribuiti necessari alla ricostruzione e ripresa delle attività”. Una nube di preoccupazione ha però oscurato l’ultimo periodo: “La vicenda dell’assenteismo con 50 dipendenti indagati è stata una grande delusione anche perché avevamo promosso incontri di formazione proprio incentrati sul buon comportamento e la legalità” – ha raccontato il segretario generale. È in corso la procedura giudiziaria mentre l’ufficio procedimenti disciplinari interno sta concludendo il proprio iter e prenderà provvedimenti nei prossimi giorni. “Non si escludono licenziamenti” – ha confermato l’amministratore pubblico.

Intanto sono arrivate 41 domande per sostituire Filippini che conclude il mandato con due importanti compiti: il rogito per il contratto di recupero dell’ex Chiesa del Carmine formalizzando l’affidamento dei lavori e l’inaugurazione di un centro unico di servizi a favore delle famiglie dei minori in via Martiri della Resistenza. Nel futuro il segretario generale auspica l’innesto di giovani nella grande macchina del comune.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE