Ambiente: la Regione investe 5,5 milioni di euro per la fruizione del verde da Piacenza a Rimini

18 Luglio 2018

Vivere il verde, ristabilire l’habitat giusto per il ripopolamento della fauna selvatica e aumentare la superficie verde anche come leva contro il dissesto idrogeologico e barriera per far fronte ai mutamenti climatici. Sono questi, in sintesi, i principali obiettivi del nuovo bando della Regione Emilia-Romagna finanziato con 5,5 milioni di euro dal Programma di sviluppo rurale 2014-2020 e destinato alle amministrazioni pubbliche e ai consorzi forestali, da Piacenza a Rimini, che vogliano investire nel verde del territorio.

I fondi potranno essere utilizzati per finanziare al 100% la spesa dei progetti destinati a migliorare l’efficienza ecologica degli ecosistemi forestali, accrescere la fruizione pubblica dei boschi e conservare il loro valore naturalistico, in particolare per le aree comprese nella Rete Natura 2000 e nei parchi naturali.

Tra gli investimenti che possono essere candidati a contributo, rientrano la realizzazione di sentieri natura, il miglioramento delle segnalazioni della rete di accesso ai percorsi naturalistici con il posizionamento di cartellonistica e segnaletica informativa, l’allestimento di piccole strutture ricreative, rifugi, punti di informazione o di osservazione.

“Fare dei boschi un motore di crescita economica verde – commentano gli assessori regionali all’ambiente Paola Gazzolo e all’agrocoltura Simona Caselli – è al tempo stesso una leva contro lo spopolamento dell’Appennino. E questo – concludono – è uno dei principali obiettivi a cui punta il Piano forestazione approvato nel 2017”.

I progetti candidati dovranno avere un importo compreso tra i 50 mila e i 150 mila euro e quelli con maggiore punteggio in graduatoria, secondo la disponibilità finanziaria, beneficeranno del sostegno integrale. La scadenza per presentare domanda è il 31 gennaio 2019.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà