Originario del Mali

“Palpeggiava bambina di 9 anni”: richiedente asilo arrestato per violenza sessuale aggravata

24 luglio 2018

Un richiedente asilo di 24 anni, originario del Mali, è stato arrestato dalla polizia con la pesantissima accusa di violenza sessuale aggravata. Secondo gli investigatori della squadra Mobile avrebbe ripetutamente palpeggiato una bambina nigeriana di soli 9 anni, mentre entrambi si trovavano in una struttura per profughi di Piacenza.

Il giovane, stando alle indagini e anche alle testimonianze di altri ospiti del centro di accoglienza, attirava a se la piccola con la scusa di offrirle patatine e altri regali, poi la palpeggiava. Ma un giorno la bimba ha raccontato tutto alla madre, che ha avvertito immediatamente la questura.
Le verifiche hanno portato a scoprire il comportamento del maliano, nei cui confronti il giudice per le indagini preliminari di Piacenza ha spiccato un ordine di custodia cautelare in carcere per violenza sessuale, aggravata dal fatto che la vittima fosse minorenne. Il giovane è rinchiuso alle Novate, gli è stato negato lo status di rifugiato politico.

FOTI AL MINISTRO SALVINI: “ESPULSIONE IMMEDIATA” – “Espulsione immediata dall’Italia per lo straniero, richiedente asilo, accusato di avere commesso violenza sessuale su una minore ospitata in un centro d’accoglienza”, lo chiede – in un’interrogazione al ministro dell’Interno Matteo Salvini – il deputato piacentino Tommaso Foti (Fratelli d’Italia).
“Il fatto accaduto – si legge nell’atto – è di inaudita gravità e non è pensabile ‎che chi se ne e’ reso responsabile pensi di farsi ospitare in carcere, a spese del popolo italiano.”
Foti chiede infine a Salvini “se nella struttura in cui è accaduto il fatto fossero attivi i dovuti controlli sul comportamento degli ospiti e, qualora ciò non fosse avvenuto, le ragioni e i provvedimenti che si intendono assumere al riguardo”.
Lo stesso Salvini, su Facebook, ha risposto: “Farò di tutto perché questo “signore” torni al suo Paese il prima possibile”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE