Piacenza e San Nicolò

Finti tecnici per controllare acqua e gas, due anziani truffati

15 settembre 2018


Due anziani piacentini sono stati raggirati nel giro di un’ora nella mattinata di ieri, venerdì 14 settembre.

Il primo caso si è verificato in città. Un uomo con una pettorina gialla si è presentato nell’abitazione di un’anziana di 88 anni in via Bertani spacciandosi per un tecnico di Iren. Il truffatore ha chiesto di controllare i contatori in cantina a causa di un problema legato all’acqua potabile. L’anziana lo ha accompagnato e una volta tornata nell’appartamento ha trovato uno sconosciuto che le ha chiesto di verificare se c’erano ancora gli oggetti preziosi perché in zona si erano verificati diversi furti. L’uomo è poi fuggito con mille euro e vari monili. Sul posto è intervenuta la polizia.

“Dobbiamo controllare l’impianto del gas” – con questa subdola scusa due finti tecnici di Iren si sono presi gioco di un 86enne di San Nicolò che, cadendo nella trappola, ha aperto la porta di casa ai malviventi e si è fatto portare via 400 euro in contanti oltre a un libretto degli assegni. E’ accaduto intorno alle 12 in via Agazzano a San Nicolò.

I due truffatori hanno suonato il campanello del malcapitato e dopo averlo distratto gli hanno prima  rubato il denaro poi hanno salutato e sono andati via. L’uomo si è accorto del raggiro quando era troppo tardi.

Della vicenda se ne stanno occupando i carabinieri di San Nicolò. Il pensionato ha fornito ai militari la descrizione della coppia: un uomo alto circa 1 metro e 70 centimetri, corporatura normale, sulla cinquantina che indossava berretto con visiera e una pettorina nera, l’altro era invece molto giovane.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE