Etichette non conformi

Lotta alla contraffazione, 90 chili di prosciutto crudo sequestrati in Valtidone. Multa da 12mila euro

21 settembre 2018


Novanta chili di prosciutto crudo sono stati sequestrati in un salumificio della Valtidone dai carabinieri per la tutela agroalimentare (Reta) di Parma.
Il salume non presentava alterazioni, ma c’erano problemi con la etichettatura, che non corrispondeva al prodotto dop che teoricamente sarebbe finito sugli scaffali. Il “Crudo di Parma”, infatti, per essere considerato tale deve sottostare a un rigido disciplinare, il quale deve essere anche documentato in etichetta. In questo caso mancavano le indicazioni obbligatorie, quindi i carabinieri hanno provveduto al sequestro amministrativo.
Il produttore (da cui il salumificio piacentino ha acquistato i prosciutti) dovrà pagare 12mila euro di sanzione e attendere il via libera ministeriale per poterli eventualmente ri-etichettare e commercializzare.

Il plauso di Coldiretti

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Val Tidone

NOTIZIE CORRELATE