Giornata mondiale

Malattie del Rene, Roberto Scarpioni: “Sintomi spesso non visibili e sottovalutati”

27 settembre 2018

“Come stanno i tuoi reni?” E’ con questa semplice domanda che il reparto di Nefrologia di Piacenza partecipa, come ogni anno, alla Giornata mondiale del rene.
La prevenzione è scesa in piazza oggi con medici e infermieri del reparto di Nefrologia e dialisi dell’ospedale – che segue ambulatorialmente quasi 1000 pazienti per incontrare e informare i cittadini.

In una tenda messa a disposizione dalla Croce Rossa, è possibile confrontarsi con gli specialisti per conoscere i segni delle malattie renali, misurare la pressione arteriosa, eseguire un esame gratuito delle urine e fare accertamenti preliminari di diagnosi.

“Spesso – fa notare il primario Roberto Scarpioni – non ci si accorge dell’insorgere della patologia renale, perché non ha sintomi importanti. Addirittura un italiano su sei potrebbe avere una compromissione di grado medio della funzione renale e addirittura il 3 per cento di livello medio-avanzato. La malattia renale cronica è una patologia in costante crescita – prosegue Scarpioni – ed è ormai un problema clinico, sociale e anche economico importante. È realistica la stima che nella popolazione adulta in Italia il 10-12 per cento della popolazione abbia un iniziale danno renale, ma il problema rimane ancora poco conosciuto e sottovalutato perché spesso clinicamente senza sintomi, almeno nei primi stadi della malattia. Con esami semplici e poco costosi – conclude il primario -, del sangue e delle urine, e talvolta con un’ecografia renale, è possibile accertare la presenza di una malattia”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE