Comune di Piacenza

Assenteismo, confermati altri due licenziamenti. Tre dipendenti devono restituire gli stipendi

8 ottobre 2018


La sezione Lavoro del Tribunale cittadino ha confermato altri due dei licenziamenti attuati dal Comune di Piacenza per 10 dipendenti accusati di assenteismo. In totale, gli indagati erano 50.
“Una delle due sentenze – spiega Palazzo Mercanti – riguarda una dipendente che si recava abitualmente al mercato settimanale in orario di lavoro; l’altra è relativa a un tecnico comunale, addetto al controllo degli impianti sportivi di proprietà del Comune, che si dedicava ad attività personali mentre era in servizio“.
Con decisioni di diversa natura, sinora le conferme dei licenziamenti da parte del Tribunale del Lavoro sono cinque, su nove ricorsi presentati. Un dipendente non aveva proposto ricorso.
“Anche la Magistratura contabile – prosegue il Comune – ha emanato le prime tre sentenze in materia, confermando il danno per l’ente e condannando gli interessati a restituire le retribuzioni che erano state loro versate per il periodo in cui, anziché svolgere il proprio servizio, si dedicavano a faccende personali. La decisione in merito al danno d’immagine subito dal Comune è stata rinviata alle successive sentenze del giudice penale, allorché giudicherà le responsabilità penali per truffa ai danni della pubblica amministrazione e altri reati”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE