Senegalese denunciato

Ancora tensioni tra gli operai della logistica. Si-Cobas: “Aggrediti da Usb”

2 novembre 2018

Ancora tensione e scontri tra due sigle sindacali di base in un magazzino della logistica.
“All’uscita del turno notturno, intorno alle prime luci dell’alba – spiega in una nota il Si-Cobas – nostri iscritti sono stati oggetto di un agguato in pieno stile para-mafioso messo in atto dai colleghi aderenti alla sigla Usb. Costoro hanno atteso i nostri aderenti all’uscita dello stabilimento Gls armati di spranghe, coltelli, spray urticanti e sassi, attaccandoli frontalmente e senza apparente motivo. Fra le urla indirizzate ai lavoratori del Si-Cobas si sono registrate frasi come “dovete morire tutti”, “non vi permetteremo di continuare a lavorare” e “questo magazzino è nostro”. Il fatto è di una gravità reputata dalla nostra organizzazione, e speriamo da tutta la cittadinanza onesta, come intollerabile”.
Quattro i feriti in modo lieve, il più serio è un operaio che è stato curato al Pronto soccorso, dove si sono verificati altri momenti di tensione tra i due gruppi.
La polizia ha denunciato un senegalese di 29 anni per lesioni aggravate, pare che alla base dello scontro ci possano però essere solo futili motivi non riconducibili all’attività sindacale.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE