Smog, Piacenza respira: ieri non si è superato il limite. Domani niente blocchi

03 Gennaio 2019

Piacenza respira: dopo cinque giorni consecutivi di sforamenti del limite di polveri fini nell’aria, ieri le centraline di Arpae hanno registrato valori al di sotto della soglia di allarme. Precisamente il massimo si è toccato all’incrocio tra via Giordani e Stradone Farnese, con 40 microgrammi di Pm10 per metro cubo, contro un massimo di 50.

Restano comunque in vigore per tutta la giornata di oggi le misure emergenziali a Piacenza. Il provvedimento restrittivo, previsto dall’accordo regionale sulla qualità dell’aria, è entrato in vigore il 1 gennaio, dopo tre giorni di sforamenti consecutivi delle famigerate Pm10, sforamenti proseguiti anche nei giorni seguenti. Tra i divieti previsti c’è anche quello di circolazione per i veicoli diesel Euro 4 dalle 8.30 alle 18.30.

Da domani sono sospese le misure emergenziali e si ripristinano le consuete restrizioni al traffico previste dal Piano regionale integrato per l’aria sino al 31 marzo: stop per i veicoli a benzina pre Euro ed Euro 1, nonché per i diesel sino alla categoria Euro 3 inclusa, per i ciclomotori e motocicli a due tempi pre Euro, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.30.
E’ invece in calendario il 13 gennaio – anziché il 6, in concomitanza con la festività dell’Epifania – la prima domenica ecologica del mese, che verrà replicata il 27: in entrambe le giornate, saranno in vigore le medesime limitazioni al traffico previste dal lunedì al venerdì.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà