Blitz degli skinheads a Como, chiesto il processo per tre piacentini

08 Gennaio 2019


La Procura di Como ha chiesto il rinvio a giudizio per i tre piacentini che avevano fatto irruzione insieme ad altri dieci militanti del “Veneto Fronte Skinheads” nella sede di un’associazione di Como che si occupa di accoglienza dei migranti. L’episodio si era verificato il 28 novembre 2017. I militanti avevano costretto i volontari ad ascoltare in silenzio la lettura di un comunicato di disapprovazione sull’attività svolta dall’associazione.
I tredici indagati per violenza privata in concorso hanno ricevuto l’avviso di chiusura delle indagini, la Procura ha chiesto il rinvio a giudizio.
Per i tre piacentini era già stato emesso anche un foglio di via obbligatorio da Como per tre anni.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà