A Castello e Rottofreno

Sale giochi, il Tar dà ragione ai Comuni: respinti due ricorsi. Ora dovranno chiudere o spostarsi

19 gennaio 2019

Il Tar di Parma ha dato ragione ai comuni di Castel San Giovanni e Rottofreno e ha respinto la richiesta (istanza di sospensiva) di due sale scommesse che si opponevano all’ordinanza di chiusura che i due comuni avevano emesso nei loro confronti. Il provvedimento così drastico era stato preso dopo l’entrata in vigore della legge regionale che prevede una “distanza minima di sicurezza” di 500 metri di questi luoghi da posti considerati sensibili come scuole, case per anziani o centri sportivi.

Il giudice del Tar non ha considerato fondato il ricorso e ha respinto la richiesta delle due sale scommesse che ora dovranno quindi chiudere o spostarsi.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Val Tidone

NOTIZIE CORRELATE