Incuria e atti vandalici sull’argine: i volontari lanciano l’allarme

14 Febbraio 2019

Telecamere di sicurezza, bidoni, cartelli anti-sporcizia e una sfoltita ai rami appuntiti. È la corposa “lista della spesa” sottoscritta dai volontari dell’argine del Trebbia, che richiedono all’amministrazione comunale una serie di interventi urgenti nell’area naturalistica a Camposanto Vecchio (Borgotrebbia).

La sfilza di problematiche parte dalla fila laterale di alberi in via Aguzzafame – in prossimità dell’imbocco dell’argine – con alcuni ramoscelli sporgenti particolarmente affilati: “I corridori o i bambini in bicicletta devono prestare assoluta attenzione a schivarli. Le punte, lunghe anche dieci o quindici centimetri, potrebbero infilzare un occhio e accecare qualcuno – denuncia Roberto Bottazzi, cittadino dedito alla pulizia del percorso podistico -. Spero che il Comune proceda quanto prima alla potatura delle piante”.

Non manca, poi, la richiesta di telecamere di videosorveglianza per prevenire gli atti vandalici contro le automobili in sosta che sono tornati alla ribalta negli ultimi giorni.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà