Fu arrestato un lituano

Omicidio all’autogrill, il caso non è chiuso: il giudice rifiuta l’archiviazione

6 maggio 2019


Era stato trovato riverso a terra con una ferita al petto Oleksandr Bokov, camionista ucraino di 32 anni, ucciso nel parcheggio dell’Autogrill Arda Ovest, a Fiorenzuola, il 30 luglio 2016. L’unico indiziato per la morte dell’autotrasportatore è un collega lituano di 58 anni, gli elementi raccolti sono tanti ma non ci sono testimoni diretti dei fatti e il lituano, trovato in stato di semi incoscienza a causa dell’alcol, non ricordava nulla della lite con Bokov e di quanto accaduto in seguito.
L’uomo era stato arrestato ed era rimasto in carcere due mesi ma in seguito gli era stata data la possibilità di tornare nel suo Paese pur rimanendo indagato.
Il pubblico ministero ha chiesto oggi, lunedì 6 maggio, l’archiviazione del caso, ma il gip ha rigettato la richiesta ordinando l’imputazione del 58enne.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Provincia